Iscrizione AIRE per cambio residenza in thailandia

6 Commenti

Iscriversi all’AIRE.Iscrizione aire Thailandia



A.I.R.E. é l´ Anagrafe della popolazione Italiana Residente all´Estero, creata nell’ottobre 1988 e raggruppa i dati dei cittadini italiani che intendono risiedere all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi, gestita da ogni singolo comune sulla base dei dati e delle informazioni che provengono dalle rappresentanze consolari all’estero.

L’iscrizione all’A.I.R.E. viene registrata dall’Ufficio consolare competente per territorio dopo che l’interessato abbia comunicato la sua intenzione di cambiare residenza all’estero mediante apposito modulo entro 90 giorni dal trasferimento della residenza, con la conseguente cancellazione dall’anagrafe della popolazione residente (A.P.R.) del Comune di provenienza.


Il cittadino italiano ha inoltre l’obbligo di comunicare al proprio comune e quindi all’ufficio consolare tutte le variazioni dei dati anagrafici di stato civile, cittadinanza, indirizzo, composizione della famiglia e residenza.

L’iscrizione all’AIRE comporta la possibilità di usufruire dei servizi consolari, di ottenere certificati/documenti sia dal comune di iscrizione AIRE che dall’Ufficio consolare di competenza e di esercitare il diritto di voto anche all’estero.

Si ricorda che l’iscrizione all’A.I.R.E. è GRATUITA.

Come ci si iscrive:

L’iscrizione all’A.I.R.E. viene registrata dall’Ufficio consolare competente per territorio dopo che l’interessato abbia comunicato la sua intenzione di cambiare residenza all’estero mediante apposito modulo entro 90 giorni dal trasferimento della residenza, con la conseguente cancellazione dall’anagrafe della popolazione residente (A.P.R.) del Comune di provenienza.

Le persone che intendo iscriversi all’A.I.R.E. di un comune italiano devono presentarsi di persona all’Ambasciata con i seguenti documenti, oppure spedirli via email:

- Modulo di iscrizione debitamente compilato.  Clicca e scarica

- Passaporto italiano valido.

- Prova della stabile e legale residenza all’estero (bollette, contratto di affitto ecc.)

Chi deve iscriversi:

- I cittadini italiani che intendono spostare la propria residenza all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi.

- Se si è cittadini italiani nati all’estero e da sempre residenti al di fuori del territorio italiano.

- Se si acquisisce la cittadinanza italiana all’estero.

Chi non deve iscriversi:

- Le persone che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore ad un anno.

- I lavoratori stagionali.

- I dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963.

- I militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero.


Le specifiche sopra riportate sono solo una piccola parte per quanto riguarda l’iscrizione all’aire che comporta sia diretti e doveri ma anche ad esempio la perdita di alcuni diritti nell’assistenza sanitaria e che i dati riportati sono specificati anche nel sito istituzionale del ministero per gli affari esteri.

Per quanto riguarda problemi di tassazione il tema è molto complesso, da segnalare che per la legge italiana, residenza, residenza fiscale e domicilio non sono la stessa cosa, anche se collegate fra loro comportano diritti e doveri diversi per ognuna e per questo punto vi rimando ad un articolo scritto sul sito più che autorevole di fiscooggi.it, dove si chiarisce che l’iscrizione all’aire non esclude la residenza in italia, sempre riferito in ambito di tasse.

Un’altro articolo interessante dove si chiarisce che non basta l’iscrizione all’aire per evitare la tassazione in italia.

Un’altro articolo ben scritto che consiglio di leggere è stato scritto sul sito di expatclic.com dove troverete tutte le specifiche dell’iscrizione AIRE e le informazioni sulla perdita del diritto al medico di base e la copertura sanitaria e su come riotternerla.


Vietata la Riproduzione.
Protezione Copyright

Share
  1. federico Scrive:

    Salve,

    Da Settembre mi trasferirò a Bangokok per lavoro.
    Qualcuno mi può aiutare a capire:
    - Cosa devo per ottenere il certificato di residenza da parte delle autorità Thailandesi?
    - L’attivazione dell’elettricità, telefono, TV, acqua, etc… è a mio carico o ci pensa il mio padrone di casa? ( ho affittato casa via agenzia la quale era già abitata precedentemente)

    Grazie dell’aiuto

    Federico

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Federico, per poter ottenere la residenza in Thailandia bisogna aver ricevuto un permesso di soggiorno annuale in Thailandia con un visto non-immigrant per almeno tre anni di seguito prima della presentazione di una domanda per la residenza permanente in Thailandia. È necessario disporre di un 3 proroghe annuali, al fine di qualificarsi. Al momento della presentazione della domanda per ottenere la residenza è necessario essere in possesso di un visto non-immigrant.

      Per la seconda domanda visto che si è rivolto ad un’agenzia sarebbe il caso di sentire loro per sapere le condizioni del contratto di affitto, in alcuni casi il costo di acqua ed elettricità è compreso nel costo totale mensile di affitto in alcuni casi sono esclusi. Saluti.

    • federico Scrive:

      Grazie Fausto.
      Per quanto riguarda la residenza mi scuso effettivamente mi sono spiegato male, io intendevo se anche in Thailandia si deve andare in comune o nel più vicino distretto a registrarsi per dare comunicazione che si vive lì ( come facciamo qui in Italia), altrimenti come si fanno a sapere che si vive lì? Io ho già il work permit per 2 anni e relativo non-immigrant multi entry per 1 anno ed da Ottobre ed inizio a lavorare quindi con il primo stipendio farò l’estensione della Visa.
      Per il resto ho fatto con l’agenzia.
      Saluti

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve federico, bhe essendo ancora uno straniero iscriviti all’aire e hai risolto…”Chi deve iscriversi:
      - I cittadini italiani che intendono spostare la propria residenza all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi. Puoi leggerti l’articolo dove trovi le specifiche che spiega come e chi deve iscriversi all’aire. ciao.

    • federico Scrive:

      Ok, grazie

      Altra cosa: A Vs. conoscenza vengono consigliati vaccini particolari per chi risiede in Thailandia per un periodo sopra i 3 mesi? ( Ho un bambino di 11 anni).
      Ciao

    • Admin/Fausto Scrive:

      No, non è richiesta nessuna vaccinazione particolare a meno che non ci si rechi in zone a rischio nord thailandia confini con cambogia/vietnam…! Ciao.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 8 = 15

Avvisami di risposta solo per il mio commento.