http://farmaciaitaly.com http://baratofarmacia.com/

Visto non immigrant O-A per pensionati e over 50

55 Commenti

Visto non Immigrant O-A per pensionati e over 50

Visa Non Immigrant O-A (long Stay)



(Aggiornato il 08/07/2016)
Il visto non immigrant di tipo O-A viene rilasciato ai pensionati e a persone di età dai 50 anni in su (visto per over 50) che desiderano soggiornare in Thailandia per un periodo non superiore a 1 anno senza l’intenzione di lavorare.



 
Il titolare di questo tipo di visto può rimanere in Thailandia per 1 anno e con il visto non immigrant O-A è severamente vietata qualsiasi attività lavorativa.

Requisiti per richiedere il visto non immigrant O-A:

– Questo tipo di visto è rilasciato a stranieri con 50 anni compiuti o più di 50 anni nel momento in cui si presenta la domanda.

– Al richiedente non deve essere stato proibito l’ingresso in Thailandia come previsto dalla legge sull’immigrazione BE 2522 (1979).

– Non aver commesso nessun tipo di reato in Thailandia ed avere la fedina pulita nel paese di residenza o nel paese di nazionalità.

– La domanda di visto può essere presentata nel paese di nazionalità o di residenza oppure in Thailandia all’ambasciata italiana a Bangkok.

– Il richiedente non deve avere malattie importanti come: lebbra, tubercolosi, tossicodipendenza, elefantiasi, sifilide in terza fase, come indicato nel regolamento ministeriale No. 14 B.E. 2535, sarà richiesto certificato medico attestante la buona salute con validità non superiore a 3 mesi e dovrà essere autenticato da un notaio oppure da una rappresentanza diplomatica o consolare.

Documenti richiesti:

– Passaporto valido per un periodo non inferiore a 18 mesi.

– 3 moduli per la richiesta del visto compilati.

– 3 fotografie recenti del richiedente formato tessera (4×6 cm)

– Un formulario con tutti i dati personali.

– Una copia di un estratto conto bancario da cui risulti depositata una somma non inferiore a 800.000 baht almeno da 3 mesi, o certificato di reddito in copia originale con uno stipendio mensile che non sia inferiore a 65.000 baht, oppure un conto di deposito più un reddito mensile che non sia inferiore a 800.000 baht all’anno.



– Nel caso di presentazione di un estratto conto bancario, è necessaria e obbligatoria una lettera di garanzia dalla banca in copia originale.

– Una lettera di verifica rilasciate dal paese di cittadinanza o di residenza attestante che il richiedente non ha precedenti penali, tale verifica ha una validità massima di 3 mesi e il documento dovrà essere autenticato da un notaio oppure da una rappresentanza diplomatica o consolare.

– Nel caso in cui il coniuge non sia ammissibile per il rilascio del visto non immigrant O-A potrà rientrare nella categoria di visto non immgrant O cioè per ricongiungimento familiare, fornendo prova del certificato di matrimonio che dovrà anche in questo caso essere autenticato da un notaio oppure da una rappresentanza diplomatica o consolare.

Segnalazioni:

Anche se il visto non immigrant O-A ha la durata di 1 anno, ogni 90 giorni si ha l’obbligo di recarsi presso un ufficio immigrazione nella zona di residenza per segnalare la propria presenza in Thailandia, in caso non sia disponibile un ufficio immigrazione nella zona dove si risiede basterà recarsi ad una stazione di polizia, questo va fatto ogni 90 giorni fino alla scadenza del visto.

La segnalazione scaduti i 90 giorni può essere inviata anche tramite posta fornendo i documenti richiesti:

– 1 modulo di segnalazione (Tor Mor 47) se avete bisogno del modulo inviatemi una email e vi inoltrerò il modulo da compilare.

– 1 copia delle pagine del passaporto che mostrino chiaramente la foto del richiedente i dati personali e il timbro del visto di arrivo.

– Eventuali copie di precedenti segnalazioni.

– 1 busta con scritto il vostro indirizzo e preaffrancata per la restituzione della ricevuta.

Il tutto va spedito a:

Divisione Immigrazione 1, 120 Moo 3,
Government Center B
Chaengwattana Soi 7
Laksi, Bangkok 10210

Contatti telefonici e sito web di riferimento:

Call Center 1178
Tel: 0066 (0) 214 198 89
Fax: 0066 (0) 214 382 28
Sito web: www.immigration.go.th

IL visto non immigrant O-A una volta scaduto puo essere rinnovato presentando prove documentate del bonifico bancario o un conto di deposito in Thailandia per un importo non inferiore a 800.000 baht oppure un conto di deposito più un reddito mensile che non sia inferiore a 800.000 baht all’anno, da tener sempre presente che il rinnovo è a discrezione del funzionario dell’immigrazione.

Come sempre consiglio prima di fare qualsiasi cosa di informarsi presso l’ambasciata e i consolati presenti in italia.

Dati tradotti e riportati dal sito del Ministero degli Affari Esteri di Thailandia.


Vietata la Riproduzione.
Protezione Copyright

  1. Devo complimentarmi per il vostro sito e forum e da anni che non ne trovo così completo e realistico in internet.
    Sono stato in thailandia diverse volte e in vari luoghi e sto decidendo di andare a trascorrere diversi mesi se non anni
    uno dei luoghi a me preferiti Ko Samui. domanda, per rimanere
    diverso tempo avendo 50 anni si può chiedere il visto O-A che ti consente di rimanere 1 anno e si può rinnovare per un altro anno
    direttamente in Thailandia, giusto? inoltre avendo questo permesso ti consente di rientrare in Italia e ritornare in Thailandia a tuo piacimento nello stesso anno? per ottenere il visto O-A ho letto che è sufficente possedere in Italia sul C/C
    un importo di 20.000 Eur (800.000 Bht) successivamente si può aprire in Thailandia un conto bancario ed avere a garanzia la stessa somma eliminando il conto in italia? sono tande domande
    lo so e ti ringrazio per una risposta.
    Leo

    • Salve leo grazie dei complimenti. si, una volta scaduto il visto lo puoi rinnovare anche in thailandia. Se avrai necessità di uscire dalla thailandia dovrai richiedere un re-entry per non perdere la validità del visto che può essere singola uscita o multiplo. Tutte le specifiche richieste per il conto deposito o stipendio mensile sono specificate nell’articolo, ovviamente il conto bancario deve essere aperto in thailandia. Ciao

    • giancarlo Scrive:

      avendo il visto non immigrant “O” con validità 3 mesi, vorrei estenderlo ad 1 anno al centro immigrazione di Samui.

      Leggo però da una brochure dell’ufficio, si richiede Lettera dell’ambasciata che evidenzi una pensione non inferiore a 65.000Baht, sembra quindi che non sia sufficiente presentare il CUD con il reddito.

      il documento dell’ambasciata a Roma dice di presentare il CUD in originale. Inoltre richiede certificato di fedina penale tradotto, mentre l’ufficio emigrazione di Koh Samui non lo richiede, chiede soltanto il certificato medico.

      Come posso fare quando arrivo a Koh Samui?

      Grazie e saluti

    • Admin/Fausto Scrive:

      Visto e considerato che dovrà rivolgersi all’ufficio di Koh Samui le consiglierei di seguire le indicazioni richieste da quell’ufficio, è inutile presentarsi con il CUD se l’ufficio competente per Koh Samui richiede lettera ambasciata di pensione. Saluti.

  2. giorgio Scrive:

    ciao Admin,ho gia’ avuto bisogno di te lo scorso inverno ed e’ stato tutto ok.il prossimo ottobre voglio ritornare in thailandia,ma con l’O-A,visto che ho i requisiti per averlo.se ho ben capito dovrei fare autenticare dal notaio la fedina penale e il certificato di buona salute?il medico di famiglia puo’ rilasciarlo? il certificato di reddito e’ rilasciato dall’INPS quindi e’ originale e non va’ autenticato.io non deposito somme in banca , visto che la mia pensione supera i 65.000 bath.a quale ambasciata thai mi consigli di inviare il tutto? grazie

    • Salve giorgio. Certo che il medico può rilasciare il certificato di buona salute. Io consiglio sempre a tutti il consolato di torino sono sempre molto disponibili e molto veloci, ti consiglierei anche ovviamente di telefonare e avere tutte le conferme del caso. Ciao.

    • giorgio Scrive:

      ciao , ok faro’ cosi . da quando rilasciano il visto , c’e’ un termine per partire , oppure ha validita’ 1 anno dalla data del rilascio e uno puo’ partire quando vuole ? perche’ se fosse la seconda ipotesi potrei cominciare da ora a fare i documenti , anche se poi partiro’ i primi di ottobre . buona giornata e grazie .

    • giorgio Scrive:

      ciao.mi sono informato presso i consolati di Torino e Roma per il visto 0-A , a Torino mi han detto che devo farlo laggiu’ e a Roma mi han detto che si puo’ fare , pero’ devo recarmi a Roma per farlo e che dopo 3 mesi di permanenza nel paese devo uscire ugualmente . a questo punto rifaccio il doppia-entrata e sto’ 6 mesi uguale . mi sai dire , io abitero’ a PAK CHONG , qual’e’ il punto piu’ vicino per l’estensione dei visti e per l’uscita dal paese ? ti ringrazio ! ciao

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Giorgio. Non è assolutamente vero quello che ti hanno detto o forse hai frainteso, il visto O-A ha la durata di 1 anno, se si dovesse uscire ogni 3 mesi come un visto turistico non avrebbe alcun senso. Con il visto O-A basta presentarsi ogni 90 giorni presso un ufficio immigrazione nella zona di residenza per segnalare la propria presenza in Thailandia. Il posto piu vicino da Pak Chong dove uscire dalla thailandia è ovviemente la cambogia dalla città di aranyaprathet. Ciao

    • giorgio Scrive:

      ciao FAUSTO , alla fine ho deciso di fare il doppia-entrata come l’anno scorso con le estensioni visto che staro’6 mesi . meno documenti da fare . per l’uscita dopo i 90 gg. andro’ in cambogia via aranyaprathet . ho controllato i km da PAKCHONG , sono sui 300 . uscendo via terra posso rientrare il solito giorno ? il visto per la cambogia lo rilasciano in frontiera ? sicuramente andro’ con la mia ragazza thai . hanno problemi loro per il visto cambogiano ? ciao

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Giorgio, per timbrare il secondo visto turistico si può rientrare lo stesso giorno. Ovviamente entrando via terra il visto verrà timbrato in frontiera. A volte si è sentito di qualche problema per i thailandesi nell’entrare in cambogia specie se trattasi di ragazze, è risaputo che fra thailandesi e cambogiani spesso non corre buon sangue tutto dipende anche se la ragazza in questione ha gia alcuni timbri che dimostrino di essere gia entrata in cambogia ma di norma non dovrebbero esserci problemi. Saluti.

  3. matteoni rino Scrive:

    ci sono assicurazioni per infurtuni e malattia per risiedere tutto l.anno in thailandia.distinti saluti

  4. Gian Carlo Scrive:

    Chiedo conferma di una cosa che leggo qui e che mi pare un po’ strana, e cioè che il visto “Non immigrant O”, quello per chi ha più di 50 anni e 800.000 baht in una banca thai da almeno 3 mesi, può essere richiesto alla nostra Ambasciata di BKK.
    La cosa potrebbe farmi molto comodo, ma mi sembra strano che la nostra Ambasciata sia autorizzata a fornire questo servizio.

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Gian Carlo. La soluzione è piu semplice di quanto può sembrare cioè una semplice telefonata all’ambasciata. Come specifico sempre in tutti i post, regole e leggi in thailandia cambiano abbastanza frequentemente specie per quanto riguardo le politiche per gli stranieri. Saluti.

  5. Riccardo Scrive:

    Buongiorno, mio padre è nella stessa situazione di Giorgio, perciò per la pensione superiore ai 65000 BHT se ho ben capito basta presentare il certificato dell’inps, ma per fedina penale e certificato medico come fare per non farsi spillare soldi inutilmente dal notaio per l’autentica? Il consolato thailandese in italia non è una rappresentanza diplomatica o consolare? non può, portando gli originali dei certificati medico e della fedina, produrre l’autentica? O a chi mi devo rivolgere? In più mia madre non pensionata, ma over 50 e legalmente sposata con mio padre, cos’altro deve produrre come documentazione per ottenere il visto assieme a lui? Altra cosa: costi per il visto per entrambi? Grazie mille…ma in consolato a VE mi hanno consigliato di fargli fare il visto over 55…senza considerare la mia richiesta di visto pensionati…mi hanno scoraggiato dall’inizio. Saluti

  6. antonino Scrive:

    Buongiorno, più che un commento vorrei sapere se io e mia moglie (63 e 57 anni) con un totale reddito lordo annuale di euro 23.800 possiamo ottenere la residenza permanente in thailandia. Una volta fatti tutti i documenti possiamo trasferirci subito? Se si la pensione dobbiamo trasferirla in thailandia oppure possiamo lasciare tutto com’è prelevando da bancomat in thailandia? Grazie e buona giornata. Antonino.

  7. GIANCARLO Scrive:

    vorrei sapere anch’io chi può autenticare la fedina penale e dove richiederla? Lo può fare il consolato di MILANO?

  8. salve admin fausto, mi trovo in thailandia da quasi un anno, sono entrato col doppio visto fatto in italia, poi mi sono iscritto ad una scuola per un corso di lingua thai, che ho frequentato con dedizione e serieta’fino al giorno del mio overstay per una mancanza della scuola stessa. oggi sono qui che aspetto tremante il rinnovo del visto scolastico, ma la scuola sembrerebbe a tutti gli effetti poco affidabile, dal momento che non e’ stato solamente un caso isolato il mio, bensi con la maggior parte dei studenti. il giorno 13 sara’ l’ultimo per attendere il miracolo, dopodiche saro’ costretto a volare in malasya perdendo cosi il mio “ed visa”. cosa devo fare secondo te? da premette che sono gia’ stato all’ufficio imm. e alla polizia turistica, ma ho sbattuto contro un muro d’omerta’. ti ringrazio anticipatamente, massimo.

  9. sorry….
    visto che ci sono, volevo chiederti anche del visto non immigrant o-a : lo posso richiedere all’ambasciata thai in kuala lumpur avendo gia’ i requisiti?
    oppure conviene il visto turistico?
    e’ vero che e’ gratuito fino a marzo? anche quello doppio?
    quante domande……
    grazie infinite.

  10. sono sposato regolarmente con una donna thailandese con riconoscimento anche in ITALIA, e vivo in un appartamento dove pago regolarmente l’affitto, devo fare la richiesta del rinnovo annuale del permesso di soggiorno, è vero che perché sono sposato non devo dimostrare di avere 800000 baht ma solo 400000 baht? se poi con la mia la somma della mia pensione annuale supero questo importo, sono esentato dall’avere conto deposito? grazie

  11. Paolo Bosisio Scrive:

    Sono un professore universitario italiano in pensione dal gennaio 2012, attualmente residente in Svizzera (iscritto AIRE).
    Amo il vostro paese che visito spesso e ho amici che vi risiedono. Avrei deciso di trasferire la mia residenza lì e ho due domande:
    1 – la pensione che, a causa di un accordo bilaterale con la Svizzera, mi viene versata al netto delle ritenute fiscali, mi verrebbe versata lorda in Thailandia?
    2 – nel caso svolgessi fuori dalla Thailandia qualche consulenza, potrei come residente emettere fatture per l’estero e quale trattamento fiscale avrebbero?
    Grazie per la risposta

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Paolo, fra Thailandia e Italia esistono accordi bilaterali per evitare la doppia imposizione fiscale (legge 2 aprile 1980, n. 202) ovviamente occorre farne richiesta e seguire un iter burocratico non semplice in primis si dovrà dimostrare di essere residenti in Thailandia.

      Preciso che essere residenti in Thailandia e ricevere la pensione lorda dall’Italia non vuol dire che non dovrà pagare tasse allo stato thailandese.

      Per poter emettere fatture si deve essere in possesso di partita iva e di conseguenza comunicare un indirizzo fiscale della ditta, quindi se la ditta viene registrata in Thailandia sarà soggetta a tassazione thailandese. Saluti.

  12. Sono un insegnante in pensione di 62 anni e vorrei trasferirmi definitivamente in Thailandia. Mi chiedo se esiste la possibilità di andare oltre al visto “Non immigrant O”, per il quale dovrei avere comunque i requisiti, oppure devo rinnovare il medesimo vita natural durante.
    Grazie

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Leopis, per andare “oltre” o comunque non avere più il problema del rinnovo esiste solo la cittadinanza thailandese. (o qualche conoscenza all’interno del parlamento) Saluti.

  13. Caro Fausto, avendo già richiesto l’estensione del visto di 30 giorni,volevo gentilmente chiederle come posso fare per avere una ulteriore estensione dello stesso. Grazie in anticipo per la risposta e Buon Lavoro. Cordialità. Walter Biagiotti.

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Waler, l’estensione di ulteriori 30 giorni ai primi 30 giorni che vengono concessi all’arrivo in Thailandia è possibile ottenerla una singola volta. Saluti.

  14. Salve, io risiedo a Bangkok da circa 2 anni, con il non immigrant O-A, tranne una piccola parentesi per essere tornato in italia per circa un mese l’anno scorso, nel mese di aprile e fatto rientro a Bangkok dopo circa 35 giorni, ogni 3 mesi mi presento all’ufficio immigrazione e puntualmente mi rinnovano per altri 3 mesi, la domanda è questa, ma dovrò uscire di nuovo o posso rimanere senza uscire, oppure posso rinnovare qui senza poter uscire? ti ringrazio fin d’ora per la risposta.

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Mario, puoi rinnovare senza uscire a condizione che ci siano tutti i presupposti richiesti per il rinnovo del visto. Ciao.

  15. Salve, a proposito del regime della doppia imposizione, la thailandia che agevolazioni fornisce ai pensionati che intendono trasfervisi?

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Benny, la Thailandia ha accordi bilaterali con l’Italia contro la doppia imposizione delle tasse ma bisogna farne richiesta (una procedura lunga e complessa) e in ogni caso bisogna iscriversi all’Aire come residenti all’estero e ottenere la residenza in Thailandia. Saluti.

  16. Frantini Alessandro Scrive:

    il mio nome è Alessandro, lavoro a Bangkok da 7 anni, ho 65 anni, a dicembre smetterò di lavorare qui a Bangkok, se sono sposato regolarmente con una Signora thai, come mi devo comportare per il visto annuale da pensionato, in Italia ho fatto l’artigiano per 35 anni, la mia pensione e di circa 9000 euro l’anno, con il cambio attuale arrivo a malapena a 220.000 baht annui. Distinti saluti.

    • Admin/Fausto Scrive:

      Salve Alessandro, con una pensione di 750 euro al mese la vedo un po’ dura. Nell’articolo è specificato già tutto, documenti necessari e condizioni da rispettare, ovviamente essendo in Thailandia si dovrà rivolgere all’ambasciata italiana a Bangkok. Saluti.

  17. alessandro Scrive:

    Salve e complimenti per il vostro sito,sono un pensionato che vive a Koh Phangan (suratthani) da circa 5 anni e ho un visto annuale no immigrant per pensionati e tuuti gli anni vado a Koh Samui all immigration per il rinnovo e qui l ufficiale che rilascia il visto chiede 5.000 bhat invece dei regolari 1.900 bhat, il fatto mi mette sempre a disagio sapendo di non potere reagire a questo ufficiale disonesto ed purtroppo ho sempre pagato in quanto dei coetanei mi hanno consigliato di non opporsi o avrei avuto problemi(tipo …torni domani).

    Ho parlato di questo al console onorario Francesco Pensato rispondendomi di non pagare la cifra che chiede l ufficiale e di contattarlo se avessi dei problemi, ma purtroppo l anno scorso ho ceduto alle richieste dell ufficiale e non ho avuto il coraggio di reagire e mi sento un po un coglione, adesso si avvicina il momento del rinnovo a meta luglio e vorrei un vostro consiglio..che devo fare? e come mai tutti gli italiani pagano questi 5.000 e non reagiscono? ho saputo che anche altri stranieri subiscono questo ricatto,ma non si puo fare niente per questo ufficiale disonesto? non e’ per i soldi ma e’ una questione di principio.
    distinti saluti

    • Admin-Fausto Scrive:

      Ciao Alessandro, la questione di principio in Thailandia è meglio lasciarla perdere, o almeno è da lasciar perdere fino a quando sono questioni di “poco importanza” che ti permettono di vivere sereno e soprattutto io le lascerei perdere se fossi un residente pensionato che sicuramente ha molto più da perdere di un turista.

      Ho conosciuto molte persone che “pagano” ci sono passato anche io personalmente, conosco una persona che vive in Thailandia da 20 anni con moglie thailandese e due figli che paga, di contro ho conosciuto anche persone che non si sono lasciate ricattare e ti posso garantire che non ho mai sentito nessuno dire che non ha avuto nessun problema, chi più chi meno ha dovuto scontrarsi con problemi più o meno gravi che hanno richiesto una spesa di denaro molto alto per far valere i propri diritti ma la cosa peggiore è che non hanno ottenuto quello sperato…!

      La realtà dei fatti in Thailandia è questa e se pensi di cambiare le cose ti consiglierei di lasciar perdere per il semplice fatto che sei uno straniero, se fossi stato un thailandese sarebbe un’altro discorso.!

      Se vuoi proprio far valere un “principio” preparati per due cose: avere dei soldi da spendere ed essere disposto anche a perdere il tuo visto non-immigrant. Se per te che sei residente, pensi che il rischio valga la candela per non voler pagare 3 mila baht sei libero di provarci 😉 Ciao.

    • Admin-Fausto Scrive:

      Ok Alessandro, con la legge approvata domenica scorsa che ha introdotto anche la pena di morte per funzionari corrotti la situazione potrebbe essere diversa ma sempre da valutare attentamente. Qui trovi l’articolo che specifica la legge per la pena di morte anticorruzione. Ciao.

  18. Ciao Fausto. Io sono una volontaria cristiana che per anni ha vissuto in Thailandia tramite un visto e permesso di lavoro da ‘missionaria’ ….
    Essendo volontaria non percepisco alcuno stipendio ma vivo di ‘offerte’ di gente da tutto il mondo.
    Non ho un CUD … ma quando lavoravo in Italia ho messo via almeno i miei 800,000 Baht…

    Pensavo di cambiare tipo di visto, quello missionario diventa sempre piu’ difficile ottenerlo attraverso agenzie religiose … e tutto l’ambaradan di Visto, rinnovo di visto e permesso di lavoro ogni anno si aggira sui 25,000 Baht…

    OK Domanda… non so se potrai rispondere o meno: io vivo già in Thailandia…. se volessi fare domanda per il +50 dove la faccio?

    hai un sito da consigliare – io parlo e leggo thai fluente….
    i 800,000 devono essere in thailandia in una banca di qui?

    qualche altro ‘tip’ che puoi darmi sarebbe super-utile e io sarei super-grata.
    o qualunque informazione potresti aggiungere…. ciao

  19. Ciao sono paolo sto pensando di venire a vivere in Thai con la pensione. Volevo sapere se esiste una assicurazione medica e infortuni annuale per residenti in Thailandia, se copre le spese ospedaliere e di primo soccorso,e quanto si puo spendere ti ringrazio Paolo.

    • Admin-Fausto Scrive:

      Salve Paolo, dai una occhiata all’articolo dove si parla di assicurazione medica e ne troverai elencate alcune italiane fra le migliori, per una buona assicurazione medica annuale di media il prezzo si aggira intorno ai 500/700 euro/anno. Saluti.

  20. Non c’e’ nessuna specifica se durante il visto pensionati di 1 anno si esce e si entra dalla Thailandia il visto è sempre valido ?
    O bisogna soggiornare sempre in Thailandia per 1 anno ?
    Se durante il soggiorno da pensionato voglio tornare in Italia o andare in un altro paese il visto rimane valido ? Per 1 anno ?

    Seconda domanda, Quanti visti turistici con singola o doppia entrata si possono avere in un anno ? Grazie.

    • Admin-Fausto Scrive:

      Salve Marino, se esci dalla Thailandia il visto scade, in caso si esca dal paese bisogna richiedere un re-entry che permette di uscire dal paese per poi rientrare e continuare ad utilizzare il visto. Si può richiedere un re-entry singolo oppure multiplo in un qualsiasi ufficio immigrazione thailandese. Saluti.

  21. Abito in thailandia e gradirei sapere se per gli over65 esiste una detrazione sul pagamento delle tasse thailandesi Grazie

  22. Massimo Scrive:

    Buongiorno. La mia domanda è se sia vero che dopo i 65 anni in Thailandia non sia più possibile avere la copertura sanitaria da parte di una assicurazione. Grazie.

    • Admin-Fausto Scrive:

      Salve Massimo, non è il fatto di essere in Thailandia, sono le compagnie di assicurazione in generale che non assicurano più dopo i 65 anni ma esistono alcune compagnie che sicuramente assicurano almeno fino ai 70 anni, un fattore determinante è da quanti anni si è assicurati con la stessa compagnia. Saluti.

  23. Vincenzo Scrive:

    Ciao fausto forum molto interessante complimenti. Volevo chiederti io con mio figlio (italo thai) e mia moglie thai abbiamo richiesto il passa thai a mio figlio e per me un visto (o) visto famigliare di 3 mesi estendibile fino ad un anno avendo un versamento di 40000 bath al mese giusto?? Quello che ti chiedo cortesemente e questo: se non verso tutti i mesi I 40000 bath il visto annuale mi viene revocato?

    La mia paura più grande e vedermi dire dalle autorità che non posso stare con mio figlio e mia moglie, visto che adesso il run visa non esiste più?
    Come posso fare per stare con la mia famiglia ho una paura pazza di lasciare mio figlio in Thailandia e io essere respinto (capisci non stare insieme alla famiglia e non abbracciare il proprio figlio e in pensabile o ti senti morire). Ti prego dammi un aiuto cordiali saluti Vincenzo.

  24. augusto fantini Scrive:

    Salve, ottima presentazione delle problematiche per stare in Thailandia e relativi consigli, complimenti; sono da circa vent’anni in Thailandia e risiedo a jomtien, fino allo scorso anno per il rinnovo del visto annuale avevo il consolato austriaco che rilasciava la lettera di convalida della pensione;

    da quest’anno il consolato descritto ha ricevuto diffida al rilascio della lettera di convalida ai cittadini Italiani,che devono recarsi al ns/ consolato per otenere il documento,che però viene rilasciato ai soli iscritti all’aire, io non sono iscritto all’aire,per non perdere la sanità in patria, ho ottantatre anni, quindi non posso rinnovare il mio visto annuale,le sembra giusto?la saluto cordialmente

  25. Giovanni Scrive:

    Buongiorno,gradirei un consiglio,se possibile. Ho avuto il visto annuale,dal 2009 fino al 2015/6.
    Quest’anno 2016,non mi hanno rinnovato il visto annuale,dopo 7 anni di visto O-pensionato e una rendita pensionistica superiore agli 800.000 Bht,fedina penale pulita,come prevede la legge.

    Alla scadenza del visto annuale a metà febbraio,sono andato nelle Philippine,e mi hanno dato 2+1,presentando il CUD dell’INPS,quindi a maggio torno in Italia.Su consiglio di un Italiano che lavora all’immigrazione (SIG.GIANNI) a Pattaya,mi fu consigliato,dato che il console Austriaco,non poteva fare la lettera come gli anni passati,la traduzione del CUD,al posto della lettera,ma fra la traduzione del CUD in Inglese,le marche consolari urgenti,e il traduttore Sig. MICHELE DEL GENIO,che ha portato i documenti all’ambasciata a Bangkok,la spesa tutta di 4200 Bht.

    Questi documenti sono stati consegnati il sabato 8 gennaio 2016,(al traduttore,Sig. Del Genio Michele) e il martedi mattina ero all’immigrazione, CON LUI,ma il consigliere,Italiano che lavora all’immigrazione di Pattaya,Sig.Gianni,mi ha riferito,che i non iscritti all’AIRE,non possono avere la lettera,per ottenere il visto annuale,ma gli altri anni,non ero iscritto All’AIRE,e il visto annuale mi veniva concesso.In attesa di una V/ cordiale risposta porgo distinti saluti

    • Admin-Fausto Scrive:

      Salve Giovanni, non c’è nessun consiglio da dare quello che le hanno riferito è corretto, per la lettera di convalida della pensione occorre essere iscritti A.I.R.E. Anche nel commento appena sopra al suo del Sig. Augusto Fantini segnala lo stesso identico problema. Saluti.

  26. roberta Scrive:

    ma vorrei capire una cosa… gli 800,00 bath versati …si possono usare durante l’anno o rimangono congelati ?? grazie robeta

  27. Ciao vorrei chiedere una precisazione, i €20.000 vanno depositati su una banca Thai. Oppure basta averli sul conto corrente in Italia
    Grazie

  28. angelo savoia Scrive:

    Ciao sono Angelo, volevo chiederti una informazione, io ho ottenuto il visto pensionato quando ero in thailandia presso l’ambasciata e ho aggiunto anche mia moglie, il visto mi scade il 1 ottobre 2017 attualmente sono in italia per vacanza e torno in thailandia per la meta’ di ottobre. devo ripresentare tutta la documentazione a roma per il rinnovo?? il mio passaporto scade il 8 dicembre 2017, e leggo che per il visto bisogna garantire almeno 18 mesi di validita’ cosa mi consigli?? grazie

    • Admin-Fausto Scrive:

      Salve Angelo, no non devi ripresentare tutta la documentazione, leggi l’articolo verso la fine ed è specificato cosa serve. Per la tua seconda domanda c’è poco da consigliare serve un passaporto valido per un periodo non inferiore a 18 mesi. Ciao.

  29. roberto Scrive:

    Salve mi chiamo Roberto, e leggendo le risposte alla domande frequenti sul sito dell’Ambasciata Italiana a Bangkok c’e scritto nel primo paragrafo intolato Domande Frequenti che dal 8 febbraio 2016 e ‘ possibile richiedere anche per i non iscritti all’Aire un appuntamento all’ufficio consolare per richiedere una dichiarazione in inglese che attesti la propria situazione reddituale di pensionato per ottenere il visto di cat.O-A. Cordiali Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COME COMPILARE LA CARTA DI ARRIVO

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI IL FILE CHE TI SPIEGA

COME COMPILARE LA CARTA DI ARRIVO

(Arrival card - Departure card)

CHE TUTTI DEVONO COMPILARE PRIMA DI ENTRARE IN THAILANDIA.

 

SE SAI GIA COME FARE... ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E BASTA  :-)

 

Grazie per la fiducia :) Riceverai al tuo indirizzo email le istruzioni per leggere la guida.