Importazione ed esportazione valuta estera divieti e limitazioni merci.

6 Commenti

Se state programmando di andare in Thailandia in questo articolo vediamo delle specifiche che possono chiarirvi le idee su divieti e limitazioni di prodotti che potete portare in Thailandia al momento del vostro arrivo oppure in caso di esportazioni al momento dell’uscita dalla Thailandia e un’altra questione sempre molto richiesta cioè, quanta valuta estera si può importare entrando in Thailandia ? e quanta valuta estera è possibile esportare uscendo dalla Thailandia ?.



Prima di tutto specifico che entrando in Thailandia è consentito portare al seguito per uso personale un massimo di 200 sigarette a persona, OPPURE sigari per 250 grammi e/o tabacco da fumo e un massimo di 1 litro di vino/liquore/alcolici.

IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE VALUTA ESTERA:

Per l’importazione di valuta estera ENTRANDO in Thailandia e l’esportazione di valuta estera USCENDO dalla Thailandia il riferimento è il Regolamento ministeriale (n° 25) B.E. 2530 emessa sotto la legge dell’autorità di Cambio e Controllo B.E. 2485 e relativi regolamenti.

I viaggiatori che importano e/o esportano valuta estera superiore o PARI a 20.000 DOLLARI (a persona) sono tenuti a dichiararlo all’ufficio della dogana o ad un funzionario in un qualsiasi punto di frontiera al confine e/o aeroporto in entrata e in uscita tramite compilazione dell’apposito modulo per dichiarazione valuta estera.

ATTENZIONE a non fraintendere tra euro e dollari (o altra valuta) e non confondere il paese dal quale si è in uscita, quando si esce dell’Italia (ed entrando in Italia) la cifra in contanti che si può portare al seguito senza dichiarare nulla è INFERIORE a 10 mila EURO, questo vuol dire che se avete nelle vostre tasche un totale in contanti di 10 mila euro DOVETE dichiararlo.

…altra precisazione, se tornate dalla Thailandia (o anche da qualsiasi altro paese) ad esempio con una cifra PARI a 10 mila euro, che siano Baht, dollari o rubli, DOVETE dichiarare la cifra alla dogana, diversamente, non siete tenuti a dichiarare nulla se la cifra è INFERIORE a 10 mila euro ad esempio 9,999 euro.

Mi raccomando, se in dogana vi fermano con una somma in contanti superiore a 10 mila euro vi sequestrano il 50% della somma, mentre invece per una somma pari a 10 mila euro il sequestro sarà del 30% più relative sanzioni, per informazioni più dettagliate date una lettura alla carta del viaggiatore rilasciata dall’Agenzia delle Dogane (pagina 8).

Documenti per dichiarazione di valuta estera:

1) Modulo di dichiarazione valuta estera;
2) Passaporto.
3) Carta d’imbarco.

La dichiarazione è gratuita e, se in regola con tutti i documenti, verrà accettata in tempi brevi (10/20 minuti).

IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE VALUTA THAILANDESE:

Se state uscendo dalla Thailandia e state portando con voi soldi in valuta thailandese si ricorda che il massimo consentito per legge è di 50 MILA Baht. In caso di uscita dalla Thailandia con destinazione Laos, Myanmar, Cambogia, Malesia e Vietnam la cifra massima consentita è di 500 MILA Baht.

Mentre non c’è nessun limite per l’importazione di valuta thailandese (ovviamente).





MERCI ED OGGETTI VIETATI IN ESPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE:

Il governo thailandese controlla l’importazione e l’esportazione di oggetti e merci in entrata e uscita dalla Thailandia e le classifica in generale in:

1) Divieto assoluto: il che significa che non è permesso importare le merci in qualsiasi circostanza.
2) In limitazione: che necessita di autorizzazione scritta.

1. Le merci vietate sono beni i quali sia l’importazione o l’esportazione fuori della Thailandia sono proibiti. Qualsiasi persona importi o esporti merci vietate senza averne autorizzazione viene considerato secondo legge per aver commesso reati penali di cui agli articoli 27 e 27 bis della legge doganale BE 2469.

Estratto legge doganale BE 2469 – 27 Bis:

Chiunque importi o esporti merci vietate o limitate senza averne autorizzazione, o che non abbia dichiarato tale merce evitando di pagare i dazi doganali dovuti, sono passibili di reclusione per un periodo non superiore a dieci anni o ad una multa pari al quadruplo del valore della merce o entrambi. Vedi file pdf completo legge doganale B.E. 2469.

Elenco Merci vietate (divieto assoluto):

Oggetti osceni/letteratura/immagini.
Materiale pornografico.
Oggetti con bandiera nazionale thailandese.
Narcotici (marijuana, canapa, oppio, cocaina, morfina, eroina, etc.)
Valute, obbligazioni o monete false.
Falsi sigilli reali/ufficiali.
Merci/prodotti contraffatti.
Merci che vìolano i diritti di proprietà intellettuale (CD, software per computer, etc.)

Merci con limitazioni:

Il Ministero del Commercio designa classi di prodotti che sono soggetti a controlli di importazione che richiedono autorizzazioni e licenze. Attualmente più di 50 categorie di prodotti richiedono licenze d’importazione da parte del Ministero del Commercio e possono essere modificate frequentemente attraverso notifiche sempre da parte del Ministero del Commercio.

Per importare qualsiasi prodotto/oggetto incluso nelle varie categorie sottoposte a restrizioni si deve richiedere ed ottenere una licenza apposita rilasciata dal Ministero del Commercio prima dell’importazione. La domanda di licenza deve essere accompagnata da un fornitore d’ordine, conferma, fattura, e altri documenti pertinenti.

Esistono anche una serie di altri prodotti inclusi in categorie specifiche soggetti ai controlli di importazione gestiti e controllati da enti governativi specifici per quelle determinate categorie di prodotti::

• L’importazione di farmaci, alimenti e prodotti complementari richiede previa licenza dalla Food and Drug Administration. (Ministero della Salute)

• L’importazione o l’esportazione di oggetti d’antiquariato e/o oggetti d’arte, registrati e non, richiede l’autorizzazione da parte del Dipartimento di Belle Arti.

• Le importazioni di armi e munizioni, esplosivi, fuochi d’artificio e di armi da fuoco reali e/o repliche richiedono licenza appropriata dal Ministero degli Interni. Altre armi come dispositivi di scariche elettriche devono essere dichiarati e per alcuni di questi oggetti simili è possibile richiedere un permesso prima dell’importazione.

• L’importazione di cosmetici è soggetta a legge “Cosmetic Act” stabilendo che ai fini della tutela della salute pubblica, ogni importatore di prodotti cosmetici deve fornire il nome e la posizione della sede e il luogo di fabbricazione o di immagazzinamento dei cosmetici, la categoria o tipo di cosmetici da importare e le principali componenti dei cosmetici.

• L’importazione di fauna selvatiche, flora, pesci e altri animali acquatici richiede l’autorizzazione del Parco Nazionale, Dipartimento di conservazione fauna selvatica e piante, Dipartimento dell’Agricoltura, o il Dipartimento della pesca a secondo del caso.

DICHIARAZIONE E INDENNITÀ:

La legge thailandese permette ai visitatori di entrare in Thailandia con effetti personali senza pagare tasse di importazione il cui valore non supera complessivamente 10.000 Baht (a persona), in caso di superamento di questa soglia verranno applicate tasse e dazi doganali di importazione forfettarie se si rientra in queste condizioni:

1) Gli articoli siano per uso personale.
2) La quantità di beni sia ragionevole e non destinati a fini commerciali/affari.
3) I prodotti non siano soggetti a restrizioni o divieti.
4) Il valore complessivo non supera 80.000 Baht.
5) Se in grado di pagare tasse e dazi in contanti alla data di arrivo.

I prodotti e gli oggetti della quale la quantità supera quella consentita per uso personale e/o il valore totale superi 10.000 Baht o che siano destinati ad uso commerciale (compresi quelli di cui valore è inferiore a 80.000 Baht) sono soggetti a imposte e tasse doganali.

Nel caso in cui il valore delle merci soggette a imposte doganali superi gli 80.000 baht, tali articoli saranno inviati e custoditi in un magazzino in attesa che tutte le procedure doganali siano state completate in modo corretto.

CONTATTI UFFICIO DOGANA:

Per ulteriori richieste e informazioni, è possibile contattare il numero del Call Center della dogana thailandese allo 1164 oppure al numero diretto 02-667-7880-4, Fax. 02-667-7885, e-mail: customs_clinic@customs.go.th

The Customs Department
1 Sunthornkosa Road, Klong Toey
Bangkok, 10110.
THAILAND.
Tel: 02 667 6000 – 02 667 7000
Fax: 02 667 7767

Orari di servizio:
Lunedì – venerdì 08:30 – 16:30
Chiuso sabato, domenica e festivi

Si ricorda come sempre che le informazioni scritte in questo articolo sono tratte dai vari siti governativi e istituzionali thailandesi e che le informazioni scritte in questi siti possono cambiare in ogni momento a volte anche senza preavviso ed aggiornamenti sui sit stessi.


Vietata la Riproduzione.
Protezione Copyright

  1. nicoletta Scrive:

    A dicembre andiamo a Phuket, mio marito ha problema per il cibo, dobbiamo portare tutto dall’italia, abbiamo dei problemi all’aereoporto di Phuket. grazie

  2. silvia Scrive:

    salve,
    io sono celiaca posso portare del cibo con me in Thailandia ?

    • Admin-Fausto Scrive:

      Ciao Silvia, si lo puoi portare senza problemi basta che non siano quantità elevate da far pensare che non siano solo per uso personale ma per rivendita. Ciao.

  3. salve, in marzo faro’ un viaggio in thailandia, sono diabetico e dovrò portare dei farmaci ( insulina e pastiglie ): come mi devo comportare arrivato in aereoporto ?

    • Admin-Fausto Scrive:

      Ciao Nicola, prima di tutto ti consiglio di leggerti l’articolo dove si parla di farmaci e farmacie. Ti scrivo quello che si “dovrebbe” fare ma che in teoria non fa quasi nessuno nella maggior parte dei casi perché non si tratta di farmaci particolari come i tuoi.

      Prima di tutto ricorda di tenere ogni farmaco con la sua scatola originale, la legge prevede inoltre di avere una ricetta medica dove viene specificato il tipo di farmaco e la dose giornaliera che devi utilizzare, ovviamente tradotta e/o scritta in inglese e all’arrivo in aeroporto dichiarare di possedere i medicinali all’ufficio apposito della Food and Drug Administration.

      Che nessuno lo faccia (come il sottoscritto) e che nessuno abbia mai avuto problemi è un dato di fatto ma ci sono anche i dati di fatto di chi è stato arrestato per possesso di farmaci illegali, sapere quali farmaci siano illegali in Thailandia è praticamente impossibile a parte qualche caso eclatante di un italiano arrestato perché in possesso di 2 pastiglie di Xanax. Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COME COMPILARE LA CARTA DI ARRIVO

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI IL FILE CHE TI SPIEGA

COME COMPILARE LA CARTA DI ARRIVO

(Arrival card - Departure card)

CHE TUTTI DEVONO COMPILARE PRIMA DI ENTRARE IN THAILANDIA.

 

SE SAI GIA COME FARE... ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E BASTA  :-)

 

Grazie per la fiducia :) Riceverai al tuo indirizzo email le istruzioni per leggere la guida.